Chiamaci Ora: +39.0434 638200

RICERCA ALLERGENI E GLUTINE

ALLERGENI: IL GLUTINE
L'incremento dell'incidenza della patologia celiaca ha portato ad un aumento della richiesta di prodotti alimentari "gluten-free", definiti dal Codex Alimentarium come "contenenti una quantità < 20 PPM di glutine" , e ben differenziati anche dagli alimenti che contengono quantità comprese tra 20 e 100 PPM (definiti invece "very low gluten"). La necessità di stabilire con precisione i livelli di glutine presenti negli alimenti ha portato alla messa a punto di tecniche di monitoraggio sempre più sofisticate, che siano in grado di garantire la sicurezza dei prodotti forniti ai consumatori .

Le normative prevedono infatti che la presenza di determinati allergeni nei prodotti alimentari (come tali o come derivati) venga segnalata in etichetta.

COSA FA LEOCHIMICA:
Leochimica ricerca e quantifica il glutine, con la tecnica immunoenzimatica, negli alimenti e nei tamponi eseguiti per il controllo di contaminazione delle superfici. I metodi utilizzati sono due:

1. Metodo accreditato "AOAC Ridascreen Gliadin n° 120601 2006" che impiega il kit ELISA R5 RIDASCREEN® Gliadin (riconosciuto come AOAC-OMA (2012.01), certificato da AOAC-RI (120601), metodo ufficiale (tipo 1) del Codex Alimentarius). Prevede il dosaggio  immunoenzimatico a sandwich per l’analisi quantitativa delle contaminazioni di prolamine da frumento (gliadine), segale (secalina) e orzo (ordeina) in prodotti grezzi come le farine (grano saraceno, riso, mais, avena, teff) e le spezie nonchè in alimenti trasformati quali tagliatelle, prodotti pronti, prodotti da forno, salumi, bevande e gelati.

2. Metodo interno che utilizza il kit RIDASCREEN® Gliadin competitive. Prevede il dosaggio immunoenzimatico competitivo per l’analisi quantitativa dei frammenti peptidici delle prolamine di frumento (gliadine), segale (secalina) e orzo (ordeina). L’anticorpo monoclonale R5 impiegato riconosce, oltre ad altre, la sequenza tossica QQPFP espressa ripetutamente nelle molecole di prolamina. E' utilizzato per l’analisi di alimenti fermentati ed idrolizzati (quali ad esempio, birra, sciroppo di amido, amido, estratto di malto, lievito naturale, salsa di soia) dichiarati “privi di glutine”, infatti durante i processi alimentari, quali ad esempio la fermentazione o l’idrolisi, le molecole di prolamina intatte sono parzialmente o totalmente ridotte a piccoli frammenti peptidici (che per le persone celiache rimangono pericolosi anche dopo la digestione nello stomaco), che i test ELISA in formato sandwich non sono in grado di rilevare.

RICONOSCIMENTI
LEOCHIMICA è iscritta nell'elenco dei laboratori consigliati da SBS (ASSOCIAZIONE ITALIANA CELIACHIA Onlus - SPIGA BARRATA SERVICE) per l’esecuzione della determinazione del contenuto di glutine in materie prime/prodotti finiti.

SPIGA BARRATA SERVICE (scarica pdf)

Contattaci per avere maggiori informazioni e per un preventivo gratuito.

POWERED BY MOLTIPLIKA