Chiamaci Ora: +39.0434 638200

MATERIALI A CONTATTO CON GLI ALIMENTI

Il D. Lgs. n° 29 del 10 febbraio 2017 ha introdotto alcune importanti novità in materia di MOCA.

Si ricorda che per “Materiali e oggetti destinati al contatto con gli alimenti” si intendono tutti quei materiali che possono entrare in contatto con gli alimenti, direttamente o indirettamente, nell’arco di tutte le fasi dalla produzione primaria alla distribuzione e vendita degli alimenti stessi. In tale categoria non rientrano quindi solamente i materiali per il confezionamento e l’imballaggio, ma anche le attrezzature, gli utensili, le macchine e gli impianti, le cisterne di stoccaggio e dei mezzi di trasporto, fino alle posate, i bicchieri, le stoviglie, ecc..

Le novità in particolare riguarda:

le aziende/gli stabilimenti che producono, trasformano, assemblano, conservano o distribuiscono materiali od oggetti come sopra definiti, hanno l’obbligo entro il 02 agosto 2017 di comunicare all’Autorità Sanitaria territorialmente competente (SUAP) la loro attività.

Ciò consentirà di creare un’anagrafica utile ai Servizi Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN) per svolgere le attività di controllo.
Le sanzioni a carico di tutti gli operatori economici in caso di inadempienza, saranno attivate a partire dal mese di agosto 2017. Tale disciplina sanzionatoria si applica agli operatori economici che producono, immettono sul mercato o utilizzano in qualsiasi fase della produzione, della trasformazione o della distribuzione i materiali e gli oggetti destinati al contatto con gli alimenti (compreso quindi l’OSA).

Si informa quindi  che anche le aziende alimentari dovranno tutelarsi nei confronti dei fornitori di packaging in quanto devono farsi rilasciare le Dichiarazioni di Conformità adeguate alle nuove disposizioni e dovranno ricevere dai fornitori il numero di comunicazione attribuito agli stessi dall’Autorità Sanitaria competente.

POWERED BY MOLTIPLIKA