Chiamaci Ora: +39.0434 638200

News

 indietro

PFAS - ANALISI ACCREDITATE (AREA AGROALIMENTARE)

19|01|2018

Gentile Cliente

La informiamo che i LABORATORI LEOCHIMICA sono accreditati per la ricerca di PFAS e precisamente:

Acque destinate al consumo umano

LIMITE DI SENSIBILITA‘ 0,002 µg/l

TEMPI DI RISPOSTA 8 giorni lavorativi

METODO ISO 25101:2009

SOSTANZE PERFLUOROALCHILICHE (PFAS):Acidoperfluorobutirrico (PFBA), Acido perfluoropentanoico (PFPeA), Acido perfluoroesanoico (PFHxA), Acido perfluoroeptanoico (PFHpA), Acido perfluoroottanoico (PFOA), Acido perfluorononanoico (PFNA), Acido perfluorodecanoico (PFDeA), Acido perfluoroundecanoico (PFUnA), Acido perfluorododecanoico (PFDoA), Acido perfluorotridecanoico (PFTriA), Acido perfluorotetradecanoico (PFTeA), Acido perfluorobutansolfonico (PFBS), Acido perfluoroesansolfonico (PFHxS), Acido perfluoroeptansolfonico (PFHpS), Acido perfluoroottansolfonico (PFDeS).

Alimenti per il consumo umano

LIMITE DI SENSIBILITA‘ 0,1µg/kg

TEMPI DI RISPOSTA 8 giorni lavorativi

METODO: PFA001U.AB Rev 0 2016 Ed 1

SOSTANZE PERFLUOROALCHILICHE (PFAS):Acido perfluoroottanoico (PFOA), Acido perfluoroottansolfonico (PFOS)

MA COSA SONO I PFAS?

Si tratta di una classe di composti chimici utilizzati in campo industriale per la loro capacità di rendere i prodotti impermeabili all’acqua e ai grassi.Sono costituiti da una catena alchilica idrofobica completamente fluorurata che può essere di varia lunghezza. Questa struttura chimica fornisce alle molecole elevata stabilità termica e chimica, rendendoli resistenti alla maggioranza dei processi naturali di degradazione, sia aerobica sia anaerobica, comprese fotolisi e idrolisi.
 
I Pfas si accumulano nell’ambiente e, attraverso l’acqua e gli alimenti, anche negli organismi viventi, uomo compreso, risultando tossici ad alte concentrazioni (sulla questione tossicità, però, non vi è letteratura univoca). 
  
La capacità di accumularsi non si limita infatti ad acqua e suolo, ma prosegue anche negli organismi. Risalendo la catena alimentare, la concentrazione dei Pfas aumenta di organismo in organismo, in un processo noto come magnificazione o bioamplificazione. E dalle coltivazioni al bestiame raggiungono infine il nostro piatto.
 
I Pfas più diffusi sono l’acido perfluoroottanoico (Pfoa), il quale ha numerose applicazioni sia industriali sia commerciali. Un altro esempio è l’acido perfluorottanosulfonato (Pfos), impiegato nelle schiume degli estintori.

POWERED BY MOLTIPLIKA